Schegge e Spine, come toglierle dalla Pelle?

Pubblicato il

Quel fiore che ci piace annusare o quella vecchia porta che apriamo distrattamente possono lasciarci un brutto ricordo addosso: una spina o una scheggia di legno che si conficcano nella pelle.

Che fare per rimuovere le spine e le schegge?

Premesso che nei casi più ostici si dovrà ricorrere all’intervento del personale sanitario, il “fai da te” è possibile ma con qualcheprezioso accorgimento.

Per prima cosa bisogna pulire la ferita lavandola con «acqua corrente fresca. Poi bisogna asciugare edisinfettare, per evitare un’infezione.

Se la spina o scheggia presenta una parte esterna, la soluzione ideale è quella di utilizzare delle normali pinzette da trucco, lavate e disinfettate, per estrarre delicatamente, per evitare che si rompa, la scheggia».

E se la spina o la scheggia dovesse rompersi?

«Il consiglio è di munirsi di un ago disinfettato con alcol o acqua ossigenata e creare, sempre delicatamente, uno spazio che consenta di estrarre l’ultimopezzo rimasto sotto la pelle. Dopo aver disinfettato è sufficiente coprire con un cerotto e aspettare due giorni».

Se una scheggia penetra in punti del corpo dove la pelle è più delicata, adesempio quella delle cosce, si può procedere come sopra o “lasciar fare” proprio alla pelle: «Si può aspettare che le sue cellule si rinnovino: dopo massimo 10 giorni, rigenerandosi, la pelle espellerà da sola la scheggia».

Un aiuto può arrivare dalla pomata di ittiolo, ma solo se questi corpi estranei sono penetrati superficialmente.

«Un unguento naturale ideale per medicare piccole infezioni cutanee, con un potere astringente in grado di aiutare la pelle a espellere la spina. Basta applicarla e coprire il punto interessato con una garza per circa 12 ore. Quando si toglierà la garza si avrà la sorpresa di trovarvi la scheggia espulsa»

FONTE: Salute, Humanitas



Pubblicato in: Notizie

Prodotti correlati

Categorie del Blog